Il blog di un bersagliere

La valanga del 9 marzo 1916

Nei diari del 9 marzo 1916, Flavio scrive “valanga di neve delle Dolomiti scende sul Belvedere”. Della vicenda si legge anche nei giorni successivi. Il 10 marzo Flavio precisa “l’entità del disastro che ascende a 120 uomini morti” e il 12 marzo racconta l’emozionante incontro con l’amico Sergio Bottini, creduto perso e poi ritrovato. Grazie ad alcuni amici del Forum di Cime e Trincee e a Erwin Filippi Gilli siamo venuti a conoscenza di maggiori particolari di questo tragico avvenimento.

Val Male Valanga

Foto di Erwin Filippi Gilli

La valanga del 9 Marzo 1916 in realtà è avvenuta in una zona chiamata Col dei Citri, poco più su del Monte Belvedere citato da Flavio. La valanga, staccatasi dal Monte Cimerlo, fu la più disastrosa nella zona di Fiera di Primiero. Furono investiti alcuni baraccamenti militari costruiti in Val Male, sulla sinistra orografica del torrente Cismon, all’incrocio di detta valle con la strada militare: Strìne-Polìne-Dàgnoli. Il bilancio fu pesantissimo: ci furono 82 vittime tra bersaglieri del 2° Reggimento e fanti del 31° Fanteria. Flavio scrive che tra i caduti ci sono “il capitano comandante  la 1° compagnia e due sotto tenenti”. Il capitano dovrebbe essere Giovanni Rosso ed uno dei sottotenenti Marziale Albrici. Non essendoci traccia di un secondo sottotenente caduto potrebbe essere l’amico Sergio Bottini creduto erroneamente morto.

Sembra che un abitante di Siror avesse avvisato che quella era una zona pericolosa ma, come successe purtroppo anche in altri casi, non fu ascoltato in quanto ex suddito dell’impero austro-ungarico e quindi possibile connivente con il nemico.

L’inverno del 1916, come più volte sottolineato anche durante il convegno “In guerra con le aquile”, fu il più nevoso del secolo. Se da un lato, quindi, le straordinarie nevicate hanno spesso frenato combattimenti e scontri a fuoco, furono numerosissime le cosiddette “morti bianche” di soldati travolti dalle valanghe. Solo durante quel infausto 9 marzo 1916 si staccarono valanghe anche sul Cauriol (4 morti), nella Valle del Cismon (2 morti), nella Valle del Vanoi (6 morti) e in altre aree del fronte dolomitico.

04_FOTO_06

Foto di Erwin Filippi Gilli

Fonti e ringraziamenti:

Forum di Cime e Trincee (grazie tra gli altri a DanshutzeIngri63Amedeo1890FlorianDimai e quinto. )

http://www.lavocedelnordest.eu/primiero-100-anni-fa-la-valanga-della-val-male-a-siror-morirono-82-soldati/ (grazie a Erwin Filippi Gilli)

http://www.pietrigrandeguerra.it/voci-e-volti-dal-fronte-bis/santa-fosca-bl-27-maggio-1917/

Edoardo Zagonel e Fiorenzo Simion. Storia e ricordi della Prima Guerra Mondiale in Primiero.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: