Il blog di un bersagliere
Diario del 25 Maggio Page_2

25 maggio 1915 “Alle ore 5,30 abbiamo incominciata di nuovo l’avanzata”

La sveglia e’ stata alle ore 4 e con sollecitudine abbiamo preparati gli zaini, abbiamo consumato caffè, brodo e una razione di carne l’abbiamo lasciata per il vitto del resto della giornata. Alle ore 5,30 abbiamo incominciata di nuovo l’avanzata e senza incontrare mai il nemico siamo giunti alle ore 2 nelle alture che dominano le cittadelle di Tonadico e Fiera di Primiero ove ci siamo trincerati e poi attendati.Diario del 25 Maggio p1

In queste bellissime posizioni ci viene riferito da alcuni borghesi che sui nominati paesi gli austriaci hanno fatto saltare i ponti, incendiati alberghi e portato via quanto gli e’ stato possibile insieme con alcuni abitanti meno dei vecchi e fanciulli lasciati a soffrire la fame.

In questa avanzata abbiamo trovato senza fatica acqua abbondante e alcune praterie nelle quali sono sparse molte case di campagna lasciate abbandonate. Queste case sono tutte di due piani, con il piano terreno di muro e il superiore di grosse travi di legno composte una sopra l’altra, tra le quali vi e’ uno spazio di circa 5 centimetri, forse per farvi penetrare l’aria, dato che sono questi piani adibiti a fienili e il piano terreno a rimessa per le vaccine, l’unica razza di bestiame che più si vede fino ad ora.
Diario del 25 Maggio Page_2

Il terreno traversato in questa giornata abbonda di boschi pulitissimi e belli, dove gli alberi non è altro che pino selvatico e abete, quest’ultimi in prevalenza. I tetti delle casette nominate sono di legno ossia tavole larghe circa  centimetri 15 e lunghe circa centimetri 80, le quali sono disposte come le tegole nostrane e fanno il servizio come queste.

Qualche raro contadino che si trova in qualche casetta, e’ impaurito perchè crede che gli venga confiscato quanto nella sua casa vi è. Il trattamento che noi abbiamo ordine di fare e che facciamo agli abitanti è buonissimo e se chiedono qualcosa e se gli viene data pagano il valore reale. Tutti sono contenti di noi e dell’Italia mentre nel paesetto di Miso sono un po’ ostili all’Italia.

Nella serata ho scritto alcune cartoline e lettere a Mamma e Papà che si trova a Zagarolo.

Annunci
Questa voce è stata scritta da fabpetra66 e pubblicata il 25 maggio 2015 su 04:00. È archiviata in Campagna Italo Austriaca, Contesto Storico, diari, Gosaldo, Primi Giorni di Guerra con tag , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Un pensiero su “25 maggio 1915 “Alle ore 5,30 abbiamo incominciata di nuovo l’avanzata”

  1. Pingback: Grazie! | Il blog di un bersagliere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: