Il blog di un bersagliere

1 settembre 1915 “buche di tutte grandezze scavate dalle granate”

La mattina incomincia con alcune cannonate nemiche al nostro indirizzo, ma fortunatamente senza ancora danni. Il freddo oggi è più del solito fastidioso. I cannoni continuano la storia vecchia. Alle ore 2 vado di corvè a prelevare pane vino e acqua e sul tragitto ho a constatare che le granate scoppiate il primo giorno che giungemmo in questa quota 1622, che contenevano gas asfissiante, ancora nel punto di scoppio è emanato il disgustoso odore. Il tragitto fino alle cucine situate alle basi del Maronia è cosparso di buche di tutte grandezze scavate dalle granate ivi scoppiate e dalle schegge di queste. Alle ore 4 ricevo una doppia cartolina di mia sorella Alfonsina, con poesie patriottiche, ed una lettera del cugino … che si trova in Roma alla 9° Compagnia di Sanità. Alle ore 4 ½ circola nuovamente la voce che viene raccolta con soddisfazione di un’eventuale partenza nostra per la Libia, dopo è però un po’ di giorni di riposo. Subito scrivo una lunga lettera a Mamma, informandola di ciò.

1915_09_02-3

Questa voce è stata scritta da fabpetra66 e pubblicata il 1 settembre 2015 su 01:00. È archiviata in Campagna Italo Austriaca, diari con tag , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: