Il blog di un bersagliere
Fiera di Primiero

27 maggio 1915 “ci ordinano di uccidere”

Viene l’ordine di non avanzare e di coprire le tende con rami ricoperti di foglie fresche per non farle vedere al nemico; noi del primo plotone, al nostro posto, abbiamo tagliato interi alberi nel vicino bosco e poi piantati nell’accampamento, ordinati in modo che sono rimasti viali e piazze ai quali abbiamo attaccato dei portanti i nomi di Trento e Trieste, del Re ossia tutti quei nomi che animano alla guerra.

27 maggio prima pagina

Alle 8.30 il nostro capitano, Sig. Greco, ci chiama per rifornirci di viveri e per compilare il ruotino di tutte le indicazioni necessarie.

Alle ore 9, il nostro tenente Sig. Gonnelli avverte che ha vinto un concorso ad ufficiale commissario e perciò il primo giugno ci lascerà; alle ore 10 ci vengono distribuiti sigari e sigarette.

Alle ore 2 ci ordinano di uccidere qualunque soldato austriaco fosse fatto prigioniero perché il nostro comando è venuto a conoscenza che anche loro usano a noi lo stesso trattamento.

Alle ore 4 si consuma il rancio e alle ore 6 si dà il cambio ai bersaglieri di guardia nelle trincee.

Annunci
Questa voce è stata scritta da silviops e pubblicata il 27 maggio 2015 su 00:01. È archiviata in Campagna Italo Austriaca, diari, Primi Giorni di Guerra con tag , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: