Il blog di un bersagliere

14 giugno 1917 “processo di due disertori”

Il Reggimento mio è tutto riunito tra Prevelk Serpenizza e Berzova. Voci confuse circolano sulla nostra sorte, alcuni affermano che trascorreremo un mese qui come riposo reggimentale, altri che andremo presto sul Carso ed altri nel Trentino, insomma i più, supponiamo alla partenza. Alle ore 3 nel vicino Campo che costeggia l’Isonzo, si sono riunite tutte le truppe del Presidio per assistere al processo di due disertori del 211° fanteria. Il Colonnello Brigadiere De Marchi era Presidente del tribunale. Uno dei due soldati è stato condannato a 20 anni di reclusione e l’altro è stato condannato alla fucilazione, previa degradazione. Pronunciato il verdetto, il Colonnello De Marchi si è allontanato dal luogo ordinando la fucilazione immediata. L’infelice soldato è stato bendato e fatto sedere su un tronco mozzo di albero, tutte le truppe schierate dietro di lui, le sole due squadre esecutrici restavano più avanti delle altre. La squadra a cui apparteneva il condannato ha dovuto compiere l’esecuzione. Il Cappellano militare si è avvicinato al condannato e gli ha somministrato i sacramenti ultimi, dal quale sono stati accettati con devozione e poco dopo un secco comando ha fatto spostare la squadra esecutrice a dieci metri dal condannato e subito viene udito il comando di fuoco. Alla prima scarica non tutti hanno sparato sull’infelice, poiché  egli si è abbattuto al suolo ancora vivo, ma ferito. Un Capitano Medico si è fatto sul ferito e constatato che viveva ancora ha ordinato la seconda e poi terza scarica che hanno crivellato il corpo del giustiziato. Questi è stato subito preso e portato via dal sodati della sanità, mentre le truppe, sui cui volti sui leggeva l’atterrimento per tali sistemi di condanna scioglievano le file quindi ogni reparto riprendeva la via verso la sua sede.

Annunci
Questa voce è stata scritta da fabpetra66 e pubblicata il 14 giugno 2017 su 08:00. È archiviata in Campagna Italo Austriaca, diari con tag , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: