Il blog di un bersagliere

27 marzo “si sono visti sul cielo ben 11 apparecchi nemici”

Alle ore 2 ci svegliamo e insieme alla truppa prendiamo posto in un treno lunghissimo ed alle 4 salutiamo Feltre e partiamo alla volta di Udine. Passiamo a Treviso, dove ci fermiamo due ore e di nuovo partenza. In treno mi danno una cartolina di Mons. Franceschini ed una di Nunziatina. Arriviamo a Spresiano, tra il quale e Pordenone si sono visti sul cielo ben 11 apparecchi nemici e quali avevano l’obbiettivo di distruggere i ponti sul Piave ma tale obbiettivo è fallito perché  delle molte bombe gettate dagli areoplani, una sola ha danneggiato il ponte dove passa la linea ferroviaria sul Piave, altre bombe cadute nella campagna, non hanno arrecato che lievissimi danni; degli 11 areoplani 2 sono stati abbattuti in quelle vicinanze. Arriviamo a Cividale alle ore 5, subito incominciamo i lavori di scambio ed io col caporale Brusa lasciamo Cividale e ci rechiamo a Brischis dove preleviamo i viveri per domani e poi andiamo ad alloggiare con Battaglione a Torcetta.

Questa voce è stata scritta da fabpetra66 e pubblicata il 27 marzo 2016 su 07:00. È archiviata in Campagna Italo Austriaca, diari con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: