Il blog di un bersagliere

3 settembre 1915 “siamo, come altre volte, visti dal nemico e cannoneggiati”

La giornata si presenta bella. Spunta il tiepido sole e tutti ci apprestiamo a correre dove questi infonde i suoi raggi per rifocillarci le membra ritirate e sconvolte per essere stati raggomitolati nella notte e per asciugare le nostre indumenti bagnati dalla pioggia della notte. Alle ore 9 vado di corvè a prelevare pane, vino e acqua e questa volta siamo, come altre volte, visti dal nemico e cannoneggiati, senza però lamentare perdite. Nel pomeriggio, come ieri piove discretamente e sotto la pioggia siamo costretti rinforzare la posticcia baracca di frasche eretta già da qualche giorno, poi sotto questa, alle ore 5 recitiamo il S.S. Rosario insieme a quelli della mia squadra intera. Alle ore 7 scrivo una cartolina a Mamma e ricevo una sua lettera dove mi dice che mi ha spedito il pacco richiestagli il 23 agosto, ed una lettera dei sig.i Nugari, i quali si complimentano del dovere che il [..] e mi fanno elogi e omaggi.

Questa voce è stata scritta da fabpetra66 e pubblicata il 3 settembre 2015 su 01:00. È archiviata in Avanzata, Campagna Italo Austriaca, diari con tag , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: